Il Comune chiarisce il mancato pagamento degli autisti scuolabus

Pubblicato il 6 aprile 2022 • Comunicati Stampa

UFFICIO STAMPA

Comunicato n.188

Il Comune non è responsabile del mancato pagamento degli autisti scuolabus

 

L’Ufficio Pubblica Istruzione in riferimento alla questione sollevata dal sindacato Fisascat con comunicato del 6 aprile, sui mancati pagamenti delle mensilità inerenti il mese di febbraio 22 da parte della cooperativa che gestisce il servizio degli operatori degli scuolabus, fa presente che non ci sono ragioni imputabili all'Ente che giustifichino la suddetta inadempienza da parte della ditta affidataria. L'Ente appaltante ha sempre adempiuto ai propri obblighi e liquidato puntualmente e con celerità le fatture inerenti i servizi. Lo stesso Ufficio Pubblica istruzione precisa infatti che l'appaltatore è tenuto ad adempiere ai propri obblighi nei confronti dei lavoratori, in quanto suoi dipendenti, come da art. 12 del Capitolato d'appalto sul Trasporto scolastico, che recita testualmente:

"La ditta aggiudicataria è tenuta nei confronti del proprio personale al pieno rispetto sia della normativa sui contratti di lavoro...… essa risulta responsabile verso i propri dipendenti di tutti gli obblighi, le disposizioni legislative, i regolamenti vigenti in materia di lavoro.....

L’affidataria deve ottemperare a tutti gli obblighi verso i propri dipendenti e soci in base alle disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia di lavoro ........ assumendo a proprio carico tutti gli oneri relativi."

Si richiama inoltre l'art. 14 del medesimo capitolato d'oneri, nel quale vengono specificati ulteriori obblighi in carico alla ditta aggiudicataria:

"E' posta in carico alla ditta aggiudicataria ogni piena e diretta responsabilità gestionale del servizio affidato........ nel rispetto delle prescrizioni del presente capitolato d’appalto e di ogni normativa vigente in materia, mediante propria autonoma organizzazione imprenditoriale.

L’aggiudicatario risponderà direttamente, penalmente e civilmente, dei danni che dovessero accadere alle persone, siano dipendenti dell’aggiudicatario o terzi....L’appaltatore si intende espressamente obbligato a tenere, comunque, sollevata ed indenne l’Amministrazione da qualsivoglia danno, diretto ed indiretto, causato ai propri dipendenti "

L'Assessore alla pubblica istruzione, Giovanni Iacono ribadendo quindi l'assoluta assenza di responsabilità del Comune in merito alla condotta dell'affidatario del servizio nei confronti dei lavoratori, in quanto dipendenti dell'impresa stessa, nell'ambito dei poteri di vigilanza in capo alla Stazione Appaltante, ha chiesto all'Ufficio Pubblica Istruzione di convocare la Ditta per richiedere chiarimenti relativi alla condotta tenuta con particolare riferimento alle asserite inadempienze nei confronti dei lavoratori.