Rischio incidente rilevante

Ultima modifica 18 marzo 2022

La presenza sul territorio di stabilimenti industriali espone la popolazione e l'ambiente ad un rischio determinato dalle attivita' produttive che si svolgono all'interno di essi con l'utilizzo o lo stoccaggio di sostanze pericolose. Queste sostanze, nel caso di incidente, contribuiscono a provocare incendi, esplosioni, emissioni di nubi tossiche o sversamenti di sostanze pericolose per l'ambiente. Gli effetti di tali eventi possono arrecare danni alla popolazione o all'ambiente.
Conoscere tali aspetti e' la premessa indispensabile per ridurre il rischio mitigando i danni alla salute.

Il Decreto Legislativo n. 334/99 modificato con D.lgs n. 238 del 21/09/2005 prevede la predisposizione di un Piano di Emergenza Interno ed uno Esterno allo stabilimento per garantire una risposta tempestiva ed efficace volta a fronteggiare l'evento e a salvaguardare la salute pubblica e l'ambiente. "Piano di Emergenza Interna - PEI" e' redatto dal gestore e organizza gli interventi necessari per fronteggiare l'incidente con le proprie squadre e con la collaborazione dei Vigili del Fuoco". Piano di Emergenza Esterna - PEE e' redatto dall'Autorita' pubblica competente e organizza la risposta di protezione civile per ridurre gli effetti dell'evento sulla salute pubblica e sull'ambiente. Il PEE puo' prevedere il rifugio al chiuso o l'evacuazione. Nel PEE sono indicate le zone a rischio, gli allarmi e le misure comportamentali che dovranno essere assunte dalla popolazione in caso di incidente

Il Piano di Emergenza Esterna (PEE) in funzione del tipo di incidente oltre a prevedere una suddivisione del territorio comunale in zone differenziate, in base all'intensita' del danno che la popolazione potrebbe subire nel caso di un evento incidentale, riporta le modalita' di attivazione dei sistemi di allarme. Le modalita' sono stabilite dall'Autorita' competente in materia, dal gestore dello stabilimento e dal Comune.